skip to Main Content

Stai davanti a Dio sette volte al giorno

Guarda questo video su: https://marija-ce-pomoci.wistia.com/medias/qnyzhxg6ub   
https://rumble.com/v4k8cdc-stai-davanti-a-dio.html   

Cari sacerdoti, pastori e credenti statunitensi,

Gli Stati Uniti si trovano quest’anno in attesa delle elezioni presidenziali. Lì si deciderà definitivamente se le élite riusciranno realizzare reset dell’economia globale, iniziato da una pandemia artificiale. Il piano dei globalisti è “fermare” tutti i sistemi economici e provocare il collasso.

L’obiettivo è portare non solo gli Stati Uniti, ma anche l’intera umanità in una crisi senza via d’uscita. Perché? Per adottare qualsiasi cosiddetta soluzione di salvataggio. In effetti, sarà un suicidio sotto forma di vaccinazione chipizzata. Un ruolo chiave in questo gioco è di suscitare le nuove ondate di pandemia artificiale e le vaccinazioni seriali, che portano al genocidio di sei miliardi di persone.

Che cosa siamo obbligati a fare noi cristiani, per salvazione? In questo momento dobbiamo sforzarci ancora di più per la salvezza di noi stessi e degli altri. Questo non è possibile senza la comunicazione con Dio nella preghiera personale.

La svolta del secondo e terzo millennio è un tempo in cui tutti i fondamenti della fede e della moralità sono stati corrotti dalle eresie e dallo spirito di aggiornamento del Concilio Vaticano II.

Oggi, le persone comunicano intensamente a livello orizzontale attraverso Internet e cellulari, e tuttavia, trascurano la comunicazione spirituale con Dio nella dimensione verticale. La pratica di preghiera che qui proponiamo è molto antica, osservata da Gesù Cristo e dagli Apostoli (cfr. At 3, 1). È una pratica delle fermate di preghiera ogni tre ore durante la giornata (cfr. At 10, 3-9).

Questi intervalli sono osservati in alcuni monasteri fino ad oggi. I momenti di fede durante la giornata rafforzano la nostra relazione con Dio. Pertanto, accettate provato ordine di preghiera nella vostra vita cristiana!

Preghiamo brevemente sette volte al giorno: quando ci alziamo, alle 9:00, 12:00, 15:00, 18:00, 21:00 e prima di andare a dormire (cfr. Sal 119, 164). Se non è possibile fermarsi a una determinata ora, possiamo pregare prima o dopo di essa.

Durante la fermata di preghiera, invochiamo il nome di Gesù attraverso quale raggiungiamo la salvezza. La Sacra Scrittura ci dice: “Chiunque invocherà il nome del Signore sarà salvato” (Rm 10, 13). Gesù, il nome del nostro Signore e Salvatore, nell’originale “Yehoshua” significa “Dio è (la mia) salvezza”.

Come dobbiamo invocare il nome di Gesù? Nella tua mente immagina Gesù sulla croce. Guarda le Sue ferite nelle mani, nei piedi e nel costato trafitto. Da queste cinque piaghe fluiva il sangue del Figlio di Dio per il perdono dei miei e dei tuoi peccati. Fissando il tuo sguardo spirituale su una delle Sue piaghe, dì la seguente preghiera: “Gesù, Gesù, Gesù, abbi pietà di me!”

Dopo di ciò, ripeti gradualmente questa preghiera guardando le altre quattro piaghe di Cristo. Se la reciti dal cuore, diventa una preghiera di contrizione perfetta. Quindi, le fermate di preghiera ci aiutano ad adempire l’appello di Gesù: “Anche voi tenetevi pronti (alla morte), perché il Figlio dell’uomo verrà nell’ora che non pensate”(Lc 12, 40).

Dopo la preghiera alle cinque piaghe di Cristo, aggiungi una preghiera biblica “Shema Israel”, che deriva da Dt 6, 4:

“Gesù, mio Dio, Ti amo con tutto il mio cuore, con tutta la mia anima e con tutte le mie forze. Ora perdo la mia anima per amor Tuo e per Vangelo” (cfr. Mc 8, 35).

Aggiungi quindi la parola di vita. Uno o due versetti della Bibbia sono recitati sempre per due settimane.

Alla fine della fermata di preghiera, fai il segno della Santa Croce.

Alle 9:00 del mattino è utile ricordare la discesa dello Spirito Santo e aggiungere sette volte la seguente preghiera:

“Manda lo Spirito Santo su di noi”, e poi potremo dire: “Accolgo lo stesso Spirito come gli apostoli nel giorno di Pentecoste”. Poi invochiamo lentamente il nome di Dio “Ye-ho-shu-aa-aa-aa” e ci rendiamo conto di ciò, che stiamo chiedendo e Chi stiamo accogliendo.

Alle 12:00, ricordiamo anche l’incarnazione della Parola di Dio e i cattolici aggiungono la preghiera dell’Angelus Domini.

Alle 15:00, ci uniamo alla morte di Cristo per noi.

I musulmani osservano le fermate durante il giorno a modo loro, ma per i cristiani questo è qualcosa di completamente diverso. I musulmani non si rivolgono al nostro Signore Gesù Cristo né al Suo Padre. Rendiamoci conto, che chi non onora il Figlio, non onora il Padre (cfr. Gv 5, 23).

È importante, per noi cristiani, di tornare al provato ritmo della preghiera cristiana lungo la giornata. Inizia anche tu! Dio sta cercando persone zelanti di preghiera. Dio vuole salvare gli Stati Uniti anche attraverso di te!

 

+ Elia

Patriarca del Patriarcato Cattolico Bizantino

+ Metodio OSBMr                 + Timoteo OSBMr

Vescovi segretari

28 agosto 2020

 

Il Patriarcato Cattolico Bizantino (PCB) è una comunità di monaci, sacerdoti e vescovi che vivono in monasteri. Il Patriarcato è guidato dal patriarca Elia con due vescovi segretari, + Timoteo e + Metodio. Il PCB nacque dalla necessità di difendere le verità cristiane fondamentali contro le eresie e l’apostasia. Non riconosce lo pseudo papa Bergoglio e non gli è subordinato.

 

Back To Top